Viale della Frutta

 

Proprietà dell’area: Comune di Torino
Responsabili:
soggetto assegnatario: Associazione Alta Parella
Contatti: Giuseppe Casetta – Lidia Savoldi
tel. +39 3342473658 – 3493721866
email: lidia.esse@virgilio.it

Analisi del terreno: no
Dove si coltiva: piena
La storia dell’orto:
L’Associazione opera con prestazioni di volontariato, per fini di solidarietà sociale in ambito ambientale e culturale per tutelare e migliorare la qualità della vita delle persone che risiedono o lavorano in Alta Parella Pellerina.
Abbiamo stretto un patto di collaborazione con il Comune di Torino, partendo da una precedente esperienza estemporanea di un piccolo gruppo di cittadini che già si era impegnato nel tenere in ordine la zona e che richiedevano fortemente un intervento organico di sistemazione del territorio.
In seguito alla collaborazione tra Amministrazione e cittadini, è stato progettato il recupero di un’area usata principalmente per l’abbandono di rifiuti, droga e prostituzione: il degrado presente in passato, impediva l’accesso e la fruizione da parte degli abitanti di questa parte di verde pubblico.
Grazie agli interventi realizzati da parte della Città è stata possibile la creazione di un viale illuminato di circa 300 metri, posizionato al colmo della ex sponda del fiume Dora Riparia, dal quale si gode di un panorama splendido sulle montagne che spaziano dalla val Chisone al Monte Rosa, dal quale si possono ammirare ( ormai esempio unico in città) gli animali al pascolo della sottostante impresa agricola, il tutto immerso in una situazione di insospettabile tranquillità in ambiente cittadino.
Questo percorso è stato chiamato “Viale della frutta” in quanto il progetto prevedeva la piantumazione di molti alberi della frutta e risulta dipartirsi dai giardini di Madame Curie: l’Associazione Alta Parella Pellerina, attraverso la convenzione con il Comune di Torino, si è fatta carico di integrare la stessa con la piantumazione e in seguito la gestione di numerose piante da frutta: questo viale è quindi diventato un bene comune usufruibile da tutti i cittadini.
L’attività dell’Associazione si esprime anche con la collaborazione attivata con le scuole del territorio (e non solo), infatti  a seconda delle stagioni permette ai bambini l’osservazione e l’identificazione e catalogazione delle essenze arboree, nonché la successiva “adozione” di esse attraverso disegni e cartelli che loro stessi realizzano e posizionano.
In cambio dell’attività a titolo gratuito dei volontari dell’Associazione, il Comune  ha concesso l’area adibita a orto: una parte è stata destinata a “Orto collettivo”, i soci (con un’ampia rappresentanza femminile) che operano insieme alla coltivazione e alla cura dell’intera area sono sia persone che hanno già una lunga esperienza e capacità nella gestione non semplice di un orto, sia neofiti e famiglie con bambini in una situazione favorente il passaggio di saperi tra generazioni.
È dimostrato che prendersi cura di un orto, veder crescere una pianta e mangiarne i frutti rafforza l’autostima, cura l’ansia e lo stress, migliora l’umore e stimola l’attività fisica. Coltivare un qualsiasi prodotto della terra dà fiducia nelle proprie capacità perché offre nuovi stimoli e semplici obiettivi. Raggiungere questi obiettivi insieme agli altri, poi, è più bello e divertente perché vince il senso di isolamento e facilita la socializzazione.
La restante zona coltivata è riservata all’Orto Associativo”, che coinvolge Associazioni parrocchiali, Associazioni di famiglie con persone disabili, famiglie in difficoltà che vengono seguite dai soci di A.P.P.
Non ultimo il coinvolgimento attraverso l’orto didattico (come strumento di formazione) di scuole che spaziano dalla scuola dell’infanzia alla media inferiore nell’ottica di favorire una maggiore consapevolezza dei legami  indissolubili tra gli individui e la terra, in un ritorno ai tempi propri della natura ormai fuorviati da un’offerta di frutta e verdura disponibili senza limiti di tempo e luoghi.
In parallelo, alcuni soci collaborano all’interno delle scuole superiori promuovendo attività di educazione ambientale, gestendo con la collaborazione dei docenti, alcune attività formative con i ragazzi.
L’Associazione inoltre, promuove incontri tematici sul verde e sul territorio condotti da esperti, aperti a chiunque interessato nei locali che la Circoscrizione ci mette a disposizione.
Riassumendo l’Associazione promuove iniziative per l’interesse comune:

  • Si adopera per la tutela e la valorizzazione del patrimonio ambientale (terra, aria, acqua) e per l’abbattimento delle diverse forme dell’inquinamento.
  • Favorisce la “Cittadinanza attiva” con la presa in carico del “bene pubblico” da parte dei cittadini attraverso interventi di cura delle aree verdi pubbliche, con particolare evidenza del Viale della frutta.
  • Collabora con Enti e Organizzazioni, quali le scuole di ogni ordine e grado e altre Associazioni interessate a perseguire scopi analoghi.
  • Promuove la restituzione sociale anche tramite il “pergolato” vissuto come luogo di incontro tra persone per lo scambio di saperi, notizie, informazioni, come punto di aggregazione e socializzazione  tra famiglie, coltivando, oltre alle verdure, relazioni, socialità, solidarietà e impegno.
  • Organizza ormai da anni feste e incontri come la “festa dei vicini”, dove in un’ottica di scambio, i partecipanti collaborano alla riuscita dell’iniziative.

Rete territoriale:
scuole: Kennedy, Dewey
associazioni: AIAPP
altro: parrocchia
Accoglienza nuovi membri: Sì, disponibilità di aree coltivabili o lista d’attesa. Il nuovo membro si inscrive all’associazione e da la sua disponibilità a partecipare alla raccolta fondi
Sostenibilità economica: quote associative, contributi Enti privati/fondazioni
Calendario eventi: stagionale